cover

Listen or download "Ivan Talarico Bassamarea Versione Acustica" music song for free. Please buy "Ivan Talarico Bassamarea Versione Acustica" album music original if you like the song you choose from the list. If one of the songs on the list are the copyright belongs to you, please Contact Us to send DMCA removal request, we will process at least 72 hours after we received your request.

Download Full Album songs "Ivan Talarico Bassamarea Versione Acustica" FAST DOWNLOAD

.

Title : Ivan Talarico - Bassamarea (versione acustica)
Description : Settima traccia dell'EP "Tra le orecchie e lo stupore" (2016)

BASSAMAREA (testo e musica di Ivan Talarico)

Mi muovo sopra l’onda
Che fa su e giù,
Rimuovo lo scrosciante
malore flou.

Non parlarmi mai di te,
Ci son cose più importanti.
Il raccolto delle messi,
I gioielli non li hai messi.
La domenica va’ a messa
Con due viaggiatori messi
Chiusi in loro stessi mesti
Con la Bora di triesti,
Chiudi i sogni dentro ai cesti.

T’ho rubato un bacio a cena
Per un piccolo dispetto.
L’ho mangiato senza affetto
Sul gelato all’amarena.

Balla, balla nero
Che il mio cuor non è sincero.
Balla, corri o resta
Che la notte non protesta.

Non uscire mai di casa
Senza prendermi la mano,
Ho incontrato un tipo strano
Che mi sussurrava piano
Di riaprire la ferita,
Di scavarla con le dita,
Diluire la mia vita
Con l’angoscia ormai sopita
D’aver perso la partita.
Ma io l’ho lasciato solo
Nel suo piccolo crogiolo,
Ho rappreso la mia carne
Non sapendo più che farne,
Ho rinchiuso i miei due occhi
In un buio di rintocchi
E ho nascosto il mio rumore
Dentro una stanzetta ad ore
Tra le orecchie e lo stupore.

Balla, balla bianco
Che il mio cuore non è stanco.
Balla sulle spine
Ché la notte non ha fine.

Canto del citofono,
Canto nel microfono.
Parlami d’amore
Maritozzo del mio cuor.

E mi hai chiesto di sbiancare i tuoi capelli,
Di tacere quegli uccelli che volavano la pelle.

Quelle stelle che io avevo già sconfitto
Ora sono sul soffitto e mi vogliono schiacciare.

Come il mare che già preme sulla porta,
Che la vuole scardinare. Prego, lascialo passare.

Non è poi nient’altro peso che acqua e sale,
Lava bene e dà sapore, cicatrizza ogni dolore.

La mattina giace limpida
Sui sonni di chi può. Io stanotte partirò…

Non parlarmi mai di te,
Non ho spiccioli da darti…

(2010)

Registrato e missato al Fourth Mile Studio da Antonio Maresca e Massimiliano Mantione.
Download as MP3 | Download as MP4 | Fast Download